Sagra San Michele Sermoneta

Buona sera a tutti!

Sono appena tornata dalla fiera di San Michele di Sermoneta e volevo consigliarvi vivamente di andarci a fare un salto. La fiera dura fino a domani sera e comprende un’ampia varietà di stand, dall’agricolo all’enogastronomico (dove potrete degustare prodotti tipici della zona), giochi, bancarelle d’abbigliamento, una sezione riservata agli animali (cavalli, mucche, conigli, pappagalli, e addirittura un’ALPACA) e tanto altro ancora. Vi consiglio di andarci a pranzo o a cena oppure nel pomeriggio tardi così da approfittare di tutti gli stand che propongono gustosissime specialità dolci  salate.

E -prima o dopo la fiera- è d’obbligo la visita al centro storico di Sermoneta: questa città è Bandiera Arancione per il turismo, Destinazione Europea d’Eccellenza riconosciuta dall’Unione Europea e “Gioiello d’Italia“, conferito il 12 febbraio 2013 dal Ministero del Turismo. Quindi ne vale veramente la pena! 😉

Castello Caetani di Sermoneta - veduta aerea sermoneta2

Il cielo d’Irlanda (1 parte)

Ciao a tutti!

Un paio di settimane fa (più precisamente dal 6 all’11 settembre) sono stata a Dublino con mia sorella. Nonostante un po’ di freddo e pioggia i primi due giorni (si sa, in Irlanda è così) siamo state molto fortunate perché gli altri giorni il tempo era molto bello, c’era il sole e faceva piuttosto caldo. Il periodo è perfetto per andare a visitare Dublino (in realtà, secondo la mia modesta opinione, settembre è il periodo perfetto per andare OVUNQUE), in quanto non fa ancora troppo freddo, e i turisti ci sono, ma non troppi come in piena estate; inoltre potete trovare molti sconti e offerte vantaggiose.

1185773_10202068660821623_1482413448_n

Partite in tarda mattinata con un volo Ryanair, arriviamo all’aeroporto di Dublino verso le 13.30 ora locale (sono un’ora indietro rispetto all’Italia) e andiamo a prendere l’autobus per arrivare al nostro B&B. Qui c’è da fare una precisazione: il B&B che abbiamo prenotato non si trova proprio al centro di Dublino, ma in un’area residenziale a Nord della città, chiamata Drumcondra. Beh, che dire? Semplicemente F-A-N-T-A-S-T-I-C-O. Si chiama “Griffith House” e si trova al 125 di Griffith Avenue, e ve lo consigliamo vivamente. Il proprietario, Eugene, e sua figlia sono veramente disponibili, il posto è pulitissimo e la camera (ma anche tutta la casa!) è un vero bijou, una bomboniera! Insomma, tralasciando il fatto che ci siamo un po’ perse (!) arriviamo al B&B verso le 15.30 e dopo una favolosa accoglienza di Eugene, una doccia, e dieci minuti di riposo, decidiamo di riprendere l’autobus e dirigerci verso il centro della città…

A quel punto abbiamo semplicemente gironzolato per le varie stradine, entrando nei negozi, facendo tantissime foto e inoltrandoci per il quartiere di Temple Bar, ma una cosa che ci tengo a segnalarvi è un piccolo locale che prepara dolci freschissimi (e soprattutto buonissimi!) in cui ci siamo fermate a mangiare un boccone: si chiama Little Delights Bakery Café, e oltre a fare servizio di catering, cucinano tutti i tipi di dolci, cupcakes, cheescakes, cookies…io ho optato per una carrot cake veramente deliziosa, mentre mia sorella per un dolce croccante al cioccolato belga che, a quanto pare, era la fine del mondo!

delight1236676_10202058439766103_1029738760_n

Il secondo giorno già sapevamo cosa fare: avevamo infatti prenotato dall’Italia un tour alle scogliere di Moher, uno dei luoghi più visitati di tutta l’Irlanda. Si trovano nella contea di Clare, vicino al villaggio di Doolin, e sono lunghe circa 8 chilometri; il punto più alto si raggiunge a 214 m. di altezza.

Siamo partite alle 6.50 dal centro di Dublino, con la compagnia Irish Tour. Ci siamo trovate molto bene, la guida era fenomenale, simpaticissimo e soprattutto preparato, non ci ha fatto mai annoiare nonostante abbiamo passato circa 10 ore in autobus. Le scogliere sono molto belle, peccato per il freddo e la grande folla di gente. Inoltre durante il viaggio ci fermavamo spesso per visitare alcuni villaggi, come ad esempio Limerick (dove abbiamo potuto vedere il castello di Re Giovanni) o Doolin, anche se purtroppo le fermate erano molto brevi (20-30 minuti al massimo). Molto interessante in questo tour è stata la visita al parco nazionale del Burren, o anche ai resti dell’abbazia di Corcomroe, un luogo ricco di storia…

bur

burren

corcomroe

corco

Arrivederci alla prossima settimana per la seconda parte del viaggio 😉 Non mancate!

Instagram pictures

Ciao a tutti, come sapete oltre a gestire il blog ho anche una pagina facebook, twitter e utilizzo anche Instagram (ADORO fare foto! :D)

Per tutti quelli tra di voi che ancora non mi seguono, ho voluto fare questo post per “presentarmi” e darvi una panoramica delle mie foto caricate sul profilo #yesviaggiare.

Bè non mi resta che augurarvi buona visione!

P.s. Per le altre foto, basta seguirmi sul profilo Instagram, cercate #yesviaggiare ; vi aspetto numerosi!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cascate…dal mondo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Victoria Falls – Al confine tra lo Zambia e lo Zimbawe. Seguono il corso del fiume Zambesi

Sutherland Falls – Nuova Zelanda
Le cascate Sutherland si trovano nell’Isola del Sud, Nuova Zelanda. Alte 580 metri, sono state per molto tempo considerate le cascate più alte della Nuova Zelanda, fino alla scoperta delle Browne Falls, alte 843 metri.

Iguazu Falls – Confine tra Brasile e Argentina
Chiamate in spagnolo Cataratas del Iguazù e in portoghese Cataratas do Iguaçu, queste cascate sono un vero e proprio spettacolo della natura. Sono generate dal corso del fiume Iguazù, dal quale prendono il nome e si trovano al confine tra la regione Paranà del Brasile, e quella di Misiones, in Argentina.
Il nome Iguazù deriva dal Guarani (una lingua nativa americana) e più precisamente dalle parole “y” che significa ACQUA e “uasù” che significa GRANDE.

Yosemite Falls – Parco Nazionale di Yosemite, California
Le cascate Yosemite sono le più alte del Nord America.
Sono una delle attrazioni più amate e visitate del Parco Nazionale di Yosemite, in Sierra Nevada (California).
I suoi 739 metri di altezza la rendono la sesta cascata più alta al mondo.


Cascata delle Marmore – Terni, Umbria
La Cascata delle Marmore è una cascata tra le più alte d’Europa (165 m,)
Si trova a circa 7,5 km di distanza da Terni, in Umbria.
Il nome deriva dai sali di calcio presenti sulle rocce che sono simili a marmo bianco.
Le acque della cascata sono sfruttate intensamente per la produzione di energia elettrica.

Cascate del Niagara-

Altro bellissimo spettacolo della natura, queste cascate sono visitate ogni anno da migliaglia di turisti. Nonostante ciò che si possa pensare, rispetto ad altre cascate non sono molto alte: il salto è infatti solo di 52 metri. Sono così famose e molto amate dai viaggiatori di tutto il mondo più per la meraviglia dello spettacolo che per l’altezza effettiva. Sono comunque le cascate più grandi dell’America settentrionale, e sicuramente le più conosciute al mondo.

Yes, viaggiare!

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi.

Marcel Proust