Cascate…dal mondo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Victoria Falls – Al confine tra lo Zambia e lo Zimbawe. Seguono il corso del fiume Zambesi

Sutherland Falls – Nuova Zelanda
Le cascate Sutherland si trovano nell’Isola del Sud, Nuova Zelanda. Alte 580 metri, sono state per molto tempo considerate le cascate più alte della Nuova Zelanda, fino alla scoperta delle Browne Falls, alte 843 metri.

Iguazu Falls – Confine tra Brasile e Argentina
Chiamate in spagnolo Cataratas del Iguazù e in portoghese Cataratas do Iguaçu, queste cascate sono un vero e proprio spettacolo della natura. Sono generate dal corso del fiume Iguazù, dal quale prendono il nome e si trovano al confine tra la regione Paranà del Brasile, e quella di Misiones, in Argentina.
Il nome Iguazù deriva dal Guarani (una lingua nativa americana) e più precisamente dalle parole “y” che significa ACQUA e “uasù” che significa GRANDE.

Yosemite Falls – Parco Nazionale di Yosemite, California
Le cascate Yosemite sono le più alte del Nord America.
Sono una delle attrazioni più amate e visitate del Parco Nazionale di Yosemite, in Sierra Nevada (California).
I suoi 739 metri di altezza la rendono la sesta cascata più alta al mondo.


Cascata delle Marmore – Terni, Umbria
La Cascata delle Marmore è una cascata tra le più alte d’Europa (165 m,)
Si trova a circa 7,5 km di distanza da Terni, in Umbria.
Il nome deriva dai sali di calcio presenti sulle rocce che sono simili a marmo bianco.
Le acque della cascata sono sfruttate intensamente per la produzione di energia elettrica.

Cascate del Niagara-

Altro bellissimo spettacolo della natura, queste cascate sono visitate ogni anno da migliaglia di turisti. Nonostante ciò che si possa pensare, rispetto ad altre cascate non sono molto alte: il salto è infatti solo di 52 metri. Sono così famose e molto amate dai viaggiatori di tutto il mondo più per la meraviglia dello spettacolo che per l’altezza effettiva. Sono comunque le cascate più grandi dell’America settentrionale, e sicuramente le più conosciute al mondo.

Annunci

Magica Pechino

Città ricca di storia e cultura millenarie, ma oggi sempre più all’avanguardia, Pechino è la meta ideale per chi è attratto da arte, storia, architettura e discipline orientali.
A Beijing, infatti, come in tutta la Cina del resto, sono ancora ben evidenti le tracce della storia di questo Paese e di questo popolo, tracce che convivono al giorno d’oggi con la modernità dei grattacieli e delle fabbriche.

Ma vediamo più da vicino cosa visitare se ci si reca a Pechino.

città proibita

L’attrazione che più di tutte attira i visitatori è senza dubbio la Città Proibita. Questo edificio sorge al centro della città, dalla quale è isolato da un fossato; vi chiederete certamente il perché del suo nome. Nonostante oggi la Città Proibita sia accessibile a chiunque, in passato, durante l’epoca imperiale l’accesso era severamente proibito ai comuni cittadini e punito con la pena di morte. Era infatti la residenza ufficiale dell’imperatore, oltre al luogo dove si svolgevano le cerimonie (matrimoni, compleanni, proclamazioni), funzioni e riunioni della famiglia imperiale.

8584_beijing_citta_proibita

Vi sono varie entrate per la Città Proibita, ma la più suggestiva è sicuramente la Porta di Mezzogiorno, che in passato era riservata solo e soltanto all’imperatore. Una volta entrati nel complesso, avrete a disposizione vari edifici da visitare: i tre più importanti e conosciuti sono il Palazzo dell’Armonia Suprema (il più grande), il Palazzo dell’Armonia Perfetta, e il Palazzo dell’Armonia Protetta.

Nel Palazzo dell’Armonia Suprema troverete il Trono del Drago, ossia il trono dove l’imperatore svolgeva tutte le sue funzioni.

Continuando la visita potrete recarvi in varie mostre allestite all’interno del complesso, oltre che visitare i ben 10 templi buddhisti.

Se andate in viaggio a Pechino non potete certamente mancare di visitarla.

Proprio davanti la Città Proibita, si apre davanti ai vostri occhi la piazza più grande del mondo: sto parlando di Piazza Tian’anmén, che misura 440.000 mq.

Possiamo dire che Tian’anmén rappresenta il simbolo della Cina; è stata infatti teatro di eventi molto importanti per il popolo cinese, primo fra tutti la proclamazione della Repubblica Popolare Cinese da parte di Mao Tse-tung il primo ottobre del 1949

Se visitate la piazza molto presto (all’alba) oppure al tramonto, potrete assistere alla cerimonia dell’alzabandiera.

 piazza t

Per adesso vi ho dato una panoramica delle due principali attrazioni da visitare a Pechino. Nei prossimi post parlerò della città in maniera più approfondita, e non tralascerò di descrivere anche i dintorni della città e le aree più remote del Paese. Mi raccomando, commentate e parlatemi della vostra esperienza in Cina!

A presto

Cubisti Cubismo a Roma

Roma, città eterna.

CUBISTI-CUBISMO-al-Complesso-del-Vittoriano-di-Roma-620x350

Ma anche: Roma, città d’arte. Ed è proprio quell’arte che si è mostrata nella sua forma più completa la sera di sabato 18 maggio, durante la notte dei musei. L’evento che si è svolto nella capitale ha dato modo a più di 150mila persone di visitare musei, mostre e partecipare ad eventi e manifestazioni organizzate appositamente per la serata, a titolo gratuito o quasi.
Da amante dell’arte contemporanea, sono andata a visitare la mostra Cubisti Cubismo, che si svolge dall’8 marzo al 23 giugno 2013 nelle sale del Vittoriano.
Probabilmente la notte dei musei non è il momento più adatto per visitare una mostra di questo tipo, soprattutto per gli appassionati di arte contemporanea, o anche per chi è semplicemente curioso e visita la mostra con la mente aperta. Il cubismo infatti è stato un movimento particolarmente amato dagli artisti, ma poco compreso e apprezzato dal grande pubblico, cosa che ho potuto riscontrare anche durante la mostra. Credo che questo movimento artistico vada inteso nel suo insieme; si tratta appunto di un movimento di arte contemporanea che deve essere visto nel complesso, e non solo prendendo il singolo quadro in considerazione.
Nella storia dell’arte, i pittori si sono sempre concentrati nella riproduzione fedele della realtà, e questo veniva considerato “bello”. Ma il bello dell’arte contemporanea è proprio lo stravolgimento delle regole, delle aspettative e della realtà. il cubismo evoca un’idea di movimento, dinamismo e simultaneità.

La mostra al Vittoriano merita davvero di essere vista, perché dà al visitatore un’idea generale di quello che il movimento ha rappresentato. Le spiegazioni sono accurate e precise e i quadri scelti attinenti e rappresentativi di ogni artista. La cosa più interessante secondo me è stato il collegamento che i curatori della mostra sono riusciti a fare tra il movimento cubista, e l’influenza che ha avuto su altri mezzi di comunicazione, come l’audiovisivo, il teatro, la musica o addirittura la moda. Insomma, da non perdere!

????????????????????????????????

Informazioni

Artisti presentati: Pablo Picasso, George Braque, Juan Gris, Fernand Léger, Albert Gleizes, Francis Picabia, Jean Metzinger, Natalia Goncharova, Vanessa Bell, Gino Severini e Ardengo Soffici.

COME ARRIVARE:
Tutti i bus per il centro storico: 81, 85, 87, 186, 571, 810, 850, fermata Piazza Venezia
Metro B fermata Colosseo

Calcola percorso

ORARIO
Lunedì/Giovedì 9.30-19.30
Venerdì/Sabato 9.30-23.30
Domenica 9.30-20.30
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

BIGLIETTI
Intero 12.00 euro
Ridotto 9.00 euro
Serate di Primavera: tutti i venerdì e i sabato sera, dalle 20.30 alle 22.30, ingresso 2×1

Categorie di riduzione:
UNDER 26, OVER 65
La riduzione potrà essere applicata previa presentazione del documento di riconoscimento
Altre categorie:
MILITARI con regolare tessera di riconoscimento, GIORNALISTI con regolare tessera dell’ordine nazionale
Possessori Card:
TITOLARI DI CARTA FEDELTA’ TRENITALIA, BIGLIETTO EUROSTAR E FRECCE (arrivo a Roma), CARTE FRECCE TRENITALIA, ACI, ICOM, ASS. SANTA CECILIA, BIBLIOCARD, CTS, TEATRO-ELISEO, INTERCLUB, ROMA PASS, TOURING-CLUB
La riduzione potrà essere applicata previa presentazione della tessera nominale
Dipendenti:
CINECITTA’ LUCE, ENI, LOTTOMATICA, FERROVIE DELLO STATO, UNICREDIT GROUP, BNL GRUPPO BNP PARIBAS, MONTE DEI PASCHI DI SIENA
La riduzione potrà essere applicata previa presentazione del tesserino di lavoro

L’ingresso gratuito è valido per:
BAMBINI FINO AI 6 ANNI, DIVERSAMENTE ABILI CON ACCOMPAGNATORE, GUIDE TURISTICHE REGIONE LAZIO, UN ACCOMPAGNATORE PER OGNI GRUPPO PRENOTATO